SCEGLI AGOSTO PER STUDIARE IL FOREX

Buone-vacanze-banner1

Siamo in piena estate. Periodo di vacanze. Spiaggia, relax, divertimento. E se invece approfittassi di questo mese per studiare il forex e imparare il trading online?

Questo è il momento giusto. Lontano dai mercati, puoi prenderti un mese per studiare con calma. Acquisirai nuove conoscenze e nuove capacità. Getta le basi per la tua operatività.

INTRODUZIONE AL TRADING ONLINE (CLICCA QUI)


Se sei un neofita o un principiante, questo corso è pensato apposta per te.

Si parte dall’ABC dei mercati finanziari e si passano in rassegna gli argomenti più importanti per chi vuole fare trading online:

  • l’analisi del grafico a candele giapponesi 
  • i principali indicatori e gli oscillatori
  •  come si imposta un’operazione
  • il money management 
  • la gestione del rischio
  •  elementi di psicologia e finanza comportamentale

Solo per il mese di Agosto, puoi scaricare il corso online con il 70% di sconto, a soli 55€ invece di 180€.

promozione estate 2016 sconto 70%

STOP LOSS! ovvero come smettere di perdere soldi

Le statistiche dicono che il 95% dei traders perde soldi. Così dicono, ma sarà vero? Purtroppo, non si tratta di una bufala o di una leggenda metropolitana. Sappiamo che è vero, perché ci siamo passati tutti, almeno all’inizio.

Se stai leggendo queste righe, è perché anche tu ti sei trovato a far parte del 95%, ed è per questo che vuoi migliorare il tuo trading.

Vuoi con tutte le tue forze entrare nel 5% dei vincenti. Sai che puoi farlo e sei determinato a raggiungere questo risultato. Con ogni mezzo.

Bene, teniamo la tua determinazione per dopo. Adesso quello che ci interessa sapere è che cosa accomuna quel 95% di perdenti.

Vuoi sapere qual è il punto debole di ogni trader che perde soldi sul mercato? Semplice, lo stop loss.

stop loss button

Continua a leggere

L’IMPORTANZA DI SCOPARE BENE

Erano diverse settimane che mancavo dalla casa al mare. Il vento ha depositato sul terrazzo uno strato di polveri e pollini, così ogni volta che fai dentro e fuori lasci le impronte dappertutto sul pavimento.

Detesto fare le pulizie, ma non posso nemmeno riempire la casa di pollini, o aspettare che lo faccia qualcuno altro, così ho preso la scopa e ho deciso di spazzare tutto il terrazzo.

Bisogna fare piano, se no la polvere che alzi si deposita di nuovo tutto intorno, e il vento non aiuta.

piastrelle sul terrazo Continua a leggere

Hai la passione del forex? Io no!

Fare trading è una passione, così dicono. Ci sono dei trader che passano anche 14 ore a guardare i grafici. Sempre per passione… E tu, quanto tempo passi davanti al monitor?

“Eh, Fabrizio, dipende dalle giornate, a volte non mi alzo nemmeno per andare in bagno!”

Ti dirò una cosa che per qualcuno può suonare strana, oppure fastidiosa. Per me, il trading non è una passione, ma un lavoro come un altro. E non mi piace affatto passare le ore guardando i grafici, anzi. Durante la mia giornata, cerco di stare meno tempo possibile davanti al monitor.

Trading%20monitor

La vedi questa immagine? Bene, quello non è (e non sarà mai) il mio ufficio. Uno schieramento di monitor come quello è peggio di una gabbia. No, grazie!

“Fabrizio, ma che cosa stai dicendo? Se non segui i mercati, come fai a fare trading?”

Basta seguirli… da lontano 🙂 Non è necessario fare sempre trading intraday. Anzi, le operazioni più profittevoli sono proprio quelle su orizzonte multiday. Continua a leggere

LE DISCESE ARDITE / E LE RISALITE

Immagina un alpinista che si accinge a scalare una parete, per aprirsi la via fino alla vetta.

Prepara la spedizione nei minimi particolari: studia la parete, le altezze, le distanze e le pendenze. Studia il clima, la stagione, le previsioni a 1 giorno 1 settimana e 1 mese.

Si procura l’attrezzatura, la testa ripetutamente, si apposta presso il campo base per attendere il momento propizio per cominciare la scalata.

E soprattutto prepara il suo corpo alla fatica fisica, alla privazione di ossigeno in quota, al mal degli 8000 che procura allucinazioni per effetto dell’altitudine. Perché lassù non c’è il navigatore, non ci sono aree di servizio, non puoi dire “basta, non ce la faccio più, fatemi scendere”.

Continua a leggere

Perdi soldi nel trading? Tutta colpa di Hulk

hulk 2

Quello che leggerai nelle prossime righe potrebbe farti incazzare parecchio, come uno schiaffo in faccia all’improvviso. Oppure farti storcere il naso dall’incredulità. O magari ti farà vedere con occhi diversi qualcosa che credevi di conoscere già.

Dipende da te, da come reagirai a quello che ho scritto. Il mio scopo è semplicemente spiegarti che cosa hai sbagliato fino adesso nel trading e dirti che cosa devi fare per risolvere la situazione. Ti pare poco? Forza, cominciamo, che la faccenda è seria.

Che cosa c’entra Hulk? Lo capirai. Continua a leggere

Hai una Exit Strategy?

Anche tu stai facendo anche tu lo stesso errore che fanno molti trader (e che ho fatto spesso anche io, in passato)? Hai studiato una exit strategy per le tue operazioni oppure ti affidi… alla speranza?
exit2
Se hai delle operazioni aperte e non sai più che pesci pigliare, sei in una situazione comune a molti, che si chiedono: che faccio, chiudo? Se sei in profitto, la domanda diventa: “che faccio, incasso o punto ad un target maggiore?” E se invece sei in perdita, la domanda diventa: “che faccio, chiudo in loss oppure tengo aperto finché recupera?”

Continua a leggere

Tutto quello che devi sapere… sul Supertrend

portrait-olivier-seban1Lo sai chi è il personaggio di questa foto? Si chiama Olivier Seban, è uno scrittore francese autore di bestseller sul successo finanziario che sono stati tradotti in oltre 20 lingue.

Il suo principale successo si intitola Tout le monde mérite d’être riche, che in italiano si traduce con “Tutti hanno diritto di essere ricchi”. Lo puoi trovare in originale su Amazon.

L’aspetto straordinario della storia di quest’uomo è che a 32 anni era già milionario e a 35 aveva già accumulato un capitale sufficiente …per andare in pensione!!

Ah, dimenticavo di dirti che è stato bocciato tre volte a scuola, quindi non era certo un “secchione”. Eppure è riuscito a fondare aziende di successo, che rivendeva dopo qualche anno per passare a nuovi progetti. Evidentemente, aveva un eccellente talento imprenditoriale, una sorta di fiuto per gli affari.

La ragione per cui ti sto parlando di Olivier è che, tra le altre cose, si è occupato anche di mercati finanziari e ha sviluppato diversi indicatori e sistemi di trading.

Uno di questi indicatori si chiama Supertrend ed è lo strumento che approfondiremo insieme. Probabilmente ne hai già sentito parlare e hai già visto diversi trader che utilizzano il Supertrend nei loro grafici, quindi sono sicuro che troverai interessante il contenuto di queste pagine.

Sei pronto? Bene, allora cominciamo!

Continua a leggere

Ecco le qualità principali di una (buona ) strategia

1 timbo-qualitaNell’articolo precedente abbiamo visto quali sono i 5 punti cardinali di una strategia, cioè quelle 5 caratteristiche che devono essere necessariamente presenti in qualsiasi metodo di trading, altrimenti non si può chiamare una strategia e diventa un semplice cliccare a caso, in quel caso tanto vale tirare i dadi o “seguire la pancia”.

Oggi facciamo un passo avanti e descriviamo le 4 qualità principali di ogni strategia. Eh sì, non bastavano i 5 punti cardinali: quelli sono necessari, ma non sufficienti. C’è un altro passaggio da fare, per capire se una strategia sta in piedi oppure no.

Prima di commentarle in dettaglio le elenchiamo, così cominci a fare la loro conoscenza.

  1. Chiarezza
  2. Univocità
  3. Completezza
  4. Verificabilità

Continua a leggere

CONOSCI I PUNTI CARDINALI DI UNA STRATEGIA?

Lo scopo di questo articolo è chiarire definitivamente che cosa si intende quando si parla di strategia operativa nel trading. O almeno, che cosa intendo io. Per farlo, definiremo quelli che io chiamo i 5 punti cardinali di una strategia, quelli che sono in grado di guidarci come un faro nel buio. Una volta chiariti questi punti, saremo in grado di riconoscere una strategia buona da una strategia cattiva.

01 faro

Sì, lo so che i punti cardinali sono 4 e non 5. E infatti anche in una strategia i punti cardinali in realtà sono 4, però il quinto viene da sé, come si suol dire, quindi lo inseriamo in coda ai 4 ufficiali. Lo capirete strada facendo, fidatevi. Siete pronti? Bene, allora cominciamo. Continua a leggere